La macchina dell'odio

La storia è nota a tutti, anche se molti dettagli restano confusi, almeno a sentire le dichiarazioni degli inquirenti. Non è infatti di questo che voglio occuparmi perché non potrei dare alcun contributo utile alla vicenda. Esistono i magistrati per fare chiarezza. L'argomento di oggi è l'odio dilagante nei social, più o meno tollerato dalle forze politiche e gli atteggiamenti dei novelli delatori, i quali non perdono occasione di mettere alla gogna chiunque la pensi in un modo piuttosto che un altro, indipendentemente dal colore politico. [Prosegue]